Quali sono i sintomi più comuni di ginecomastia?

La ginecomastia è una condizione comune che si riferisce all’allargamento del tessuto mammario nei maschi. Oltre agli ovvi sintomi di ginecomastia di gonfiore e tenerezza in uno o entrambi i seni, molte altre malattie possono essere presenti. A seconda delle cause del disturbo, un uomo può verificarsi la perdita del capezzolo, i cambiamenti nell’umore, i sentimenti di stanchezza e la nausea. I medici possono di solito trattare i sintomi della ginecomastia suggerendo cambiamenti nello stile di vita e prescrivere farmaci. La chirurgia può essere necessaria se i seni crescono insolitamente grandi o un tumore sospetto si trova nel tessuto mammario.

La maggior parte dei casi di ginecomastia deriva da squilibri nei livelli di testosterone e estrogeni nel corpo. Diversi fattori diversi possono influenzare i cambiamenti ormonali, il più comune dei quali è la pubertà maschile. Molti ragazzi pubescenti mostrano sintomi lievi di ginecomastia per diversi mesi o anni, e alla fine i loro petti ritornano alla normalità. I neonati possono anche avere i seni allargati per un mese dopo la nascita a causa dell’esposizione a livelli di estrogeni elevati da loro madri nel grembo materno. Quando la ginecomastia si verifica nei maschi adulti più anziani, i problemi possono essere correlati all’uso di farmaci, ipertiroidismo, tumori ghiandolari o danni al fegato o al rene.

I sintomi più comuni di ginecomastia sono i capezzoli gonfiati e il tessuto mammario morbido e palpabile. Molti uomini sperimentano un’allargamento asimmetrico, il che significa che un seno cresce più grande dell’altro. Il tessuto del seno è spesso tenera al tocco, e la pelle intorno ai capezzoli può essere leggermente più scura o più rossa del solito. Alti livelli di estrogeni possono anche provocare alterazioni dell’umore, un aumento del sesso e tendenziosi testicoli gonfi. Se i tumori ghiandolari o il fallimento dell’organo sono responsabili, una persona potrebbe sperimentare stanchezza cronica, febbre e problemi gastrointestinali.

Il cancro al seno è molto raro negli uomini, ma quando esistono tumori cancerosi possono causare ulteriori sintomi di ginecomastia. Uno strato duro può essere sentito sotto gli strati di tessuto grasso più morbido dietro uno dei capezzoli. Inoltre, spurgo sanguinamento può penetrare dal capezzolo quando un tumore cresce. È essenziale visitare un medico ai primi segni del possibile cancro al seno in modo che il trattamento possa essere somministrato immediatamente.

Quando un paziente adulto mostra segni di ginecomastia, un medico effettua solitamente una serie di test diagnostici per identificare la causa sottostante. Il medico di solito conduce prima un esame fisico e chiede qualsiasi medicinale da prescrizione e uso ricreativo di droga. I raggi X e altre scansioni di immagini vengono eseguite per controllare i segni di tumori nel tessuto del seno o altrove nel corpo. Inoltre, i test ematici possono confermare gli squilibri ormonali.

I pazienti che hanno ginecomastia possono avere bisogno di una terapia ormonale sostitutiva per ripristinare i livelli ormonali regolari nel corpo. Le iniezioni o gli integratori del testosterone sono spesso molto efficaci per ridurre i sintomi entro poche settimane o mesi. Se i tumori vengono rilevati, può essere necessaria una combinazione di chirurgia e radiazioni. Quando le cause sono accuratamente identificate e trattate, la maggior parte degli uomini è in grado di recuperare dalla condizione.