Quali sono i problemi cognitivi più comuni?

La conoscenza è un concetto generale, che ha a che fare con il modo in cui gli esseri umani o gli altri esseri senzienti pensano, si concentrano, ricordano, pianificano, percepiscono e comprendono. I problemi cognitivi, quindi, sono tutti i problemi in cui una qualsiasi di queste azioni è compromessa. Data la grande portata delle cose che comporta la conoscenza, si può quindi capire perché elencare i problemi più comuni con la conoscenza è estremamente difficile. Tante cose possono ridurre brevemente o in modo permanente la conoscenza che potrebbe essere difficile valutare esattamente quale di queste cose è più comune. Almeno, è utile discutere di alcuni dei problemi cognitivi più comuni.

Poiché una parte della cognizione è “concentrazione”, non c’è da meravigliarsi che condizioni come il disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD / ADD) potrebbero essere tra i più comuni problemi cognitivi. Quasi il 5% degli adulti americani soffre di questa condizione e può interessare la stessa percentuale nei bambini scolastici. Nelle impostazioni in classe, è circa uno o due bambini per classe che possono avere ADHD. Questo disordine illustra un punto importante in materia di cognizione, non è chiaramente associato all’intelligenza, poiché molti di questi bambini sono molto intelligenti. Tuttavia, ADD / ADHD può avere un effetto enorme sulle prestazioni e convincere facilmente i bambini o gli adulti che non sono intelligenti perché devono cercare di competere con l’opera degli altri senza averne un’importanza cognitiva importante.

Un altro dei problemi con la cognizione che viene discusso frequentemente è il danno causato dalla malattia di Alzheimer. La malattia peggiora gradualmente o rapidamente la memoria e colpisce anche altre aree cognitive. Mentre le persone hanno colpito la metà degli anni ’60, hanno circa il 10% di probabilità di ottenere questa malattia, e questa percentuale aumenta con l’età, in modo che all’età di 85 anni, esista una probabilità del 50% di essere affetti da Alzheimer. Non solo questa malattia può influire sulla memoria: le persone possono soffrire di perdita di memoria a causa di ictus, a causa dei farmaci che assumono e a causa di condizioni come il cervello chemo che colpisce le persone affette da cancro.

Infatti una varietà di malattie, condizioni o farmaci può provocare problemi cognitivi. Le donne in menopausa, ad esempio, spesso riportano la cognizione compromessa. Le persone con malattie mentali, anche quando trattate con farmaci, possono avere difficoltà in una o più aree cognitive, e lo stress cronico influenza la capacità di fare cose come effettivamente pianificare o ricordare. Coloro che soffrono di colpi possono avere un impatto significativo nella elaborazione linguistica / linguistica, nella memoria, nella concentrazione e in altre aree. L’insonnia e altri disturbi del sonno svolgono un ruolo nella creazione di problemi cognitivi come la mancanza di concentrazione, la memoria ridotta e l’incapacità di pianificare efficacemente.

Ciò che questi esempi raccontano sui problemi cognitivi è che molte persone possono incontrarsi per breve o lungo termine. La conoscenza a piena capacità è una cosa fragile che può essere facilmente ridotta da una grande varietà di fattori. È più necessario studiare in questo campo per capire come gli umani possano meglio vivere con deficit di cognizione o trovare metodi per ripristinare la funzione.