Quali sono i diversi tipi di malattie di stile di vita?

Si ritiene che le malattie di stile di vita siano radicate in qualche modo nel livello di vita di un individuo o della società. Queste condizioni si verificano tipicamente in un numero maggiore nei paesi sviluppati con cittadini di lunga vita e possono quindi essere divisi in malattie della civiltà o malattie della longevità. Le malattie che si affidano maggiormente alle influenze sociali includono il diabete e l’obesità, mentre quelli che si verificano più spesso come età individuale includono il cancro, l’ictus e la malattia di Alzheimer. Alcune condizioni, come le malattie cardiache, possono essere influenzate sia dal vivere industrializzato che dall’età avanzata.

Poiché le regioni industrializzate tendono ad avere diete meno salutari e più grassi, il consumo di cibo porta molte malattie della civiltà. L’obesità è un esempio evidente e gli individui più pesanti sono altrettanto suscettibili di una serie di problemi di salute progressivi come il diabete e le malattie cardiache. Le diete pesanti del colesterolo delle regioni sviluppate inoltre prestano a tassi più alti di malattie cardiache e ictus. Alcune ricerche scientifiche suggeriscono che la dieta può anche svolgere un ruolo nello sviluppo del cancro. Dagli inizi del XX secolo al XXI secolo, quando i livelli di vita aumentarono e le diete degradate in numerose regioni, le malattie cardiache e il cancro sono diventate le principali cause di morte in molte di queste regioni.

Le differenze ambientali nelle nazioni sviluppate possono anche facilitare le malattie dello stile di vita, in particolare le malattie della civiltà. Ad esempio, l’aumento dell’industria produce un conseguente aumento dell’inquinamento e delle sostanze nocive in aria. A sua volta, anche i disturbi respiratori come l’asma aumentano. Inoltre, un’elevazione del ritmo complessivo della vita industriale industrialmente moderata crea maggiori livelli di stress. Forse non coincidenti, i disturbi psicologici come la depressione sono aumentati in tandem con questo turno culturale.

Mentre gli avanzamenti tecnologici e medici hanno eliminato molte malattie infettive e migliorano così la vita media in molte parti del mondo, l’invecchiamento della popolazione ha creato un problema. Gli individui più anziani sono più inclini a malattie degenerative che li spaventano di idoneità fisica e mentale ottimale – sono noti come malattie della longevità. Tutto ciò che deriva dalle ossa al sistema immunitario si indebolisce mentre l’invecchiamento continua, lasciando gli anziani vulnerabili ad un eccesso di condizioni: ossa rotte, atrofia muscolare, cancro e fegato e malattie cardiache. Le vie di debolezza nel cervello creano anche un ambiente per una diminuzione della consapevolezza intellettuale, come dimostra la malattia di Alzheimer.

Le malattie di stile di vita sono di solito croniche e di lunga durata in natura. Hanno un impatto negativo sul sistema sanitario e sui tassi di mortalità di una regione. Una cosa positiva è che, a causa della loro natura, molti casi di malattie di stile di vita sono prevenibili. I cambiamenti nella dieta e nell’ambiente possono eliminare fattori di rischio rilevanti in queste condizioni, anche se altri fattori, come la genetica, possono essere anche influenti. Una maggiore educazione e consapevolezza è forse l’arma più importante nella lotta contro le malattie dello stile di vita.