Quali sono i diversi tipi di malattia dei capelli?

La malattia dei capelli è spesso afflitta per gli uomini, le donne e anche i bambini che soffrono di una serie di disturbi che causano calvizie lievi o severe e altre condizioni follicolari. I tipi più comuni di questo disturbo includono l’alopecia di trazione, la tinea capitis e l’alopecia areata. Mentre alcune condizioni derivano da fattori genetici che sono praticamente inevitabili, altre forme si verificano come conseguenza di tecniche di styling, di prodotti chimici o di varie influenze esterne che normalmente sono ridotte con una corretta cura. La malattia dei capelli è spesso diagnosticata e trattata da un dermatologo che, in molti casi, è in grado di lavorare con il paziente per ripristinare le tane sane.

A volte, la malattia dei capelli si verifica in risposta a stress emotivo o fattori ambientali. Ci sono alcuni trattamenti medici, come la chemioterapia, che possono causare il problema, ma i capelli normalmente crescono alla fine del trattamento. Alcune sostanze chimiche usate per colorare, arricciare o raddrizzare i capelli possono essere tossiche in alcune situazioni, che possono causare danni ai follicoli. In determinate circostanze, i sintomi sono permanenti, ma non sempre.

Alcune cause comuni di malattie dei capelli possono essere evitate e, una volta identificato il problema, può essere normalmente invertito con tecniche di styling adeguate, a patto che non si siano verificati cicatrici. Ad esempio, l’alopecia di trazione si sviluppa spesso in persone che spesso stringono i capelli fortemente contro il cuoio capelluto. La costante tiratura e sollevamento dalle radici crea tensione e alla fine il follicolo è troppo settimanale per tenere i capelli. Mentre una perdita significativa può derivare da uno stress continuo causato dallo stile, è una condizione evitabile. Una volta che si verifica un danno, tuttavia, la calvizie irregolare può diventare permanente nelle zone colpite, perché il tessuto cicatriziale si accumula e proibisce che i nuovi capelli crescano.

La causa di perdita di capelli spotty a volte si traduce in una contagiosa infezione fungina del cuoio capelluto. Tinea capitis è una tale infezione che spesso presenta come un piccolo anello rosso sulla testa, nella zona interessata. Quando i funghi entrano nelle fibre dei capelli, diventano fragili e facilmente rompenti, creando piccole patch calde che possono progressivamente peggiorare se non trattate. L’area diventa infiammata e spesso si formano vesciche. Gli antibiotici e gli shampoo medicati sono spesso raccomandati per curare questa condizione.

Una comune malattia autoimmune della pelle, l’alopecia areata, può provocare una perdita di capelli significativa su varie parti del cuoio capelluto o in tutto il corpo. Questa particolare varietà di malattia dei capelli si verifica quando i globuli bianchi di un individuo attaccano i follicoli. Di solito succede improvvisamente, partendo dal cuoio capelluto, per motivi che non sono completamente compresi dai professionisti medici. Molti dermatologi attribuiscono la condizione a una combinazione di fattori genetici, stress emotivo, allergie o persino esposizione alla tossina.