Quali sono i diversi tipi di fibromi?

I fibromi, noti anche come tumori di fibroidi, fibromi e tumori fibromati o fibroblastici, possono essere trovati in tutti gli organi. I tumori benigni della fibromi comuni sono classificati come duri, morbidi o uterini. Altri tipi di tumori della fibromi esistono ma non rientrano in uno di questi gruppi, spesso si trovano in altre aree o organi. In alcuni casi, le cellule in un tumore della fibromi possono essere cancerose. Il tumore viene quindi classificato come fibrosarcoma.

Il tessuto connettivo o fibroso è la struttura che forma le fibromie benigne. Il tessuto di Mesenchyme, un tipo di tessuto connettivo trovato in un fibroma, contiene cellule sciolte anziché compresse. Questo tessuto può anche formare cartilagine, tessuto connettivo standard e contribuire a sviluppare i sistemi linfatici e circolatori. Quando questa forma di tessuto rimane fibrosa, un fibroma ha maggiori probabilità di svilupparsi.

I tumori duro della fibromi, chiamati fibroma durum, sono costituiti da più fibre con meno cellule. Le fibre extra rendono i tumori molto più difficili di altri tipi. Sono comunemente presenti nella mascella o nella bocca. In molti casi i tumori si formano tra i denti e l’osso della mascella e possono anche essere accompagnati da un tessuto calcificato che somiglia molto alla consistenza dell’osso.

Le fibromie molli, chiamate molla di fibroma, contengono più cellule che sono legate leggermente e non come molte fibre. Questi tumori hanno un albero. Essi si verificano più comunemente sul collo, sulla pelle, sulle ascelle e sulle zone dove la pelle si strofina insieme.

I fibromi uterini crescono nella parete uterina, parzialmente nella cavità uterina e al di fuori della parete uterina. Questo tipo di tumore è il più comune per le donne. La maggior parte dei tumori uterini della fibromi vanno inosservati a meno che non portino a problemi e complicazioni. Tumori problematici possono causare sanguinamento anomalo, dolore pelvico e infertilità.

Altri tipi di tumori della fibromi sono classificati per la loro posizione, simile al modo in cui sono classificati i tumori della fibromi uterini. Questi tumori possono essere trovati in o in qualsiasi organo. Esempi includono i tumori della fibromi del passaggio nasale, dei polmoni e delle ovaie.

Molte fibromie non causano sintomi e generalmente non vengono rilevati fino a quando non si verificano problemi. I medici possono decidere di biopsia un fibroma che viene scoperto per determinare se è benigno. Per coloro che sono problematici, la chirurgia è spesso consigliata per rimuovere il tumore. Tumori cancerogeni di fibrosi sono quasi sempre rimossi, tranne nei casi in cui la rimozione del fibroma sarebbe pericolosa per la vita.

L’intervento chirurgico eseguito per rimuovere le fibromie è effettuato in una medesima giornata ambulatoriale. Per rimozioni più complicate, può essere necessario un lungo soggiorno in ospedale. Indipendentemente da quanto tempo rimarrà l’ospedale, il recupero dall’intervento chiede tempo.

Inizialmente, il paziente avrà limitazioni sui livelli di attività. I medici forniranno istruzioni per la cura post-operatoria e sono necessari appuntamenti di follow-up. Il progresso della guarigione è controllato e il paziente viene monitorato per segni di infezione, compresa la febbre e l’arrossamento attorno all’incisione. Nei casi di fibromi cancerosi, è necessario un ulteriore trattamento e monitoraggio per garantire che i fibromi non si ripresenti.