Quali sono i diversi tipi di antibiotici della prostatite?

Ci sono molti antibiotici di prostatite diversi, tra cui pillole e farmaci per via endovenosa. Quello prescritto dipende da diversi fattori, tra cui la salute e le allergie del paziente, nonché la gravità dei sintomi. Prostatite è un’infiammazione della ghiandola prostatica, che di solito è causata da infezione. Può essere cronico, con sintomi ricorrenti per un periodo di mesi o acuti, con sintomi di insorgenza rapida.

Dal momento che l’uretra attraversa la prostata, qualsiasi gonfiore causa difficoltà a urinare. L’urinazione può anche essere dolorosa. Altri sintomi includono dolore nell’addome o nella schiena, orgasmi dolorosi e sintomi influenzali.

L’antibiotico prostatite più comune per la prostatite acuta è la ciprofloxacina, somministrata in una dose di 500 milligrammi due volte al giorno per 28 giorni. Ciprofloxacina è un antibiotico nella classe di fluorocinolone. I pazienti che hanno avuto una reazione allergica o avversa ad un altro fluorocinolone non dovrebbero assumere ciprofloxiacina. Gli effetti collaterali includono nausea, vomito, diarrea e mal di testa. Questo antibiotico aumenta il rischio di tendinite e rottura del tendine, che possono verificarsi fino a diversi mesi dopo il trattamento.

Ofloxacin è un’altra forma di antibiotici della prostatite per la forma acuta della malattia. Questo farmaco è anche un fluorochinolone. Il dosaggio è di solito 200 milligrammi per 28 giorni. Gli effetti collaterali includono nausea, vomito, diarrea, costipazione, gas, perdita di appetito, vertigini e stanchezza. Gli effetti collaterali più gravi includono raucedine, febbre, perdita di coscienza, dolori muscolari o articolari e mancanza di respiro. Questo farmaco aumenta anche il rischio di tendinite e rottura del tendine.

Ci sono alcuni pazienti che sono allergici a entrambi questi antibiotici di prostatite. Per questi uomini è spesso prescritto il farmaco combinato di sulfametossirazolo e trimetoprim. La dose usuale è una compressa contenente 800 milligrammi di sulfametossazolo e 160 millilitri di trimetoprim, somministrati una volta al giorno per 28 giorni. Gli effetti collaterali includono nausea, vomito, perdita di appetito e sensibilità al sole. Gli effetti collaterali più gravi includono l’epatite, l’ipercalemia, l’insufficienza renale, la depressione, le allucinazioni e le convulsioni.

Anche la prostatite cronica è spesso trattata con fluorochinoloni. In caso di allergia fluorochinolone, spesso viene usato doxiciclina. Il dosaggio tipicamente prescritto è 100 milligrammi due volte al giorno per 28 giorni. La dossiciclina è nel gruppo di droga della tetraciclina. Gli effetti collaterali comprendono la diarrea, la bocca irritata e il prurito del retto.

Altri casi acuti più gravi possono richiedere antibiotici di prostatite endovenosa. Ceftriaxone è un medicinale comunemente usato. Viene somministrato in un ospedale per un periodo di 12-24 ore, a seconda della gravità dell’infezione. Ceftriaxone è un antibiotico di cefalosporina. Gli effetti collaterali includono nausea, vomito, mal di testa e vertigini.