Quali sono i diversi metodi di rimozione delle lesioni?

Il metodo di rimozione delle lesioni dipende da molti fattori, come ad esempio dove si trova la lesione e se è pericolosa. Le lesioni sono quasi sempre rimosse chirurgicamente, ma alcune sono meglio lasciate a posto a causa dei pericoli posti dalla loro rimozione, come ad esempio con alcune lesioni cerebrali. Molte lesioni sono anche temporanee e guariscono da soli o con l’aiuto di farmaci orali o topici. Se è deciso che una lesione debba essere rimossa per sicurezza o perché il paziente lo vuole rimuovere per ragioni estetiche, allora la posizione determinerà il tipo esatto di chirurgia richiesta.

Uno dei tipi più comuni di lesioni è lesioni cutanee, chiamate anche lesioni cutanee. La rimozione della lesione cutanea è di solito una procedura ambulatoriale e talvolta può essere eseguita direttamente in un ufficio del medico se la lesione non è cancerosa o sospetta. Lidocaina o altro agente di inibizione viene solitamente iniettato attorno al punto prima della rimozione. La lesione, in genere, viene poi bruciata, che è molto meno comune di quanto non fosse stato, oppure è stato tagliato con un bisturi in una procedura chiamata escissione a rasatura.

Per la chirurgia della lesione cutanea quando c’è la minaccia di cancro o cancro è noto essere presenti, una procedura ambulatoriale in un ospedale potrebbe essere necessaria. La lesione in primo luogo è intorpidita con una o più iniezioni prima di essere escluse. Quando c’è preoccupazione per il cancro, anche lo strato di pelle direttamente sotto la lesione può essere rimosso. Questa è chiamata escissione ellittica ed è un taglio più profondo di quello fatto con l’escissione a rasatura. Questo tipo di intervento chirurgico contribuisce a garantire che anche le cellule tumorali della pelle sotto la lesione siano rilevate.

La porzione rimossa viene normalmente testata per verificare la presenza di cellule tumorali sia nella lesione che nella pelle normale, in modo da poter determinare ulteriormente il trattamento. Se la pelle normale mostra la presenza di cellule tumorali, un’altra escissione più profonda potrebbe essere eseguita. Potrebbero essere necessari altri metodi di trattamento, come la radiazione, la chemioterapia o la terapia farmacologica.

Le lesioni possono anche apparire in altri luoghi del corpo oltre alla pelle. Le lesioni del colon, per esempio, sono comuni e sono tipicamente rilevate attraverso una colonscopia. Queste lesioni vengono tipicamente rimosse chirurgicamente quando vengono trovate per ridurre il rischio di cancro.

Alcune lesioni cerebrali possono essere rimosse chirurgicamente, mentre altre potrebbero essere in una parte del cervello che rendono l’operazione troppo rischiosa. La ragione principale per la rimozione della lesione cerebrale è la paura che la lesione è o diventerà cancerosa. Quando la rimozione è troppo rischiosa, le lesioni vengono spesso trattate con radiazioni o chemioterapia per aiutare a uccidere le cellule tumorali.

Le lesioni del fegato possono anche essere rimosse chirurgicamente per impedire la formazione o la diffusione del cancro. Una lesione può apparire su quasi tutte le superfici all’interno o all’esterno del corpo e se la rimozione della lesione è un’opzione dipende dal grado di rischio che la procedura porta e se c’è un rischio di cancro.

Alcuni altri tipi comuni di lesioni, come lesioni di herpes e lesioni AIDS, possono guarire da soli o con farmaci. Le lesioni di erbe possono includere ferite a freddo su e intorno alla bocca o zona genitale. Le lesioni AIDS possono apparire ovunque sulla pelle e vengono utilizzate dai medici per giudicare la progressione della malattia. Le lesioni riscontrate nell’herpes, nell’AIDS e in altre malattie che colpiscono il sistema immunitario non sono tipicamente candidati alla rimozione delle lesioni perché vengono e vengono in diverse fasi delle malattie.