Quali sono gli effetti della teobromina?

La teobromina, una sostanza chimica nella famiglia di metalloxantina di alcaloidi, si presenta naturalmente in cioccolato grezzo e lavorato. Questi prodotti chimici sono stati trovati per dilatare i vasi sanguigni, permettendo un aumento del flusso sanguigno. Inoltre, questo gruppo di prodotti chimici aumenta la produzione di urina stimolando l’attività renale. Come la maggior parte delle sostanze chimiche, tuttavia, ci sono rischi per consumare metilexantine in dosi elevate.

La scoperta dei benefici di questa sostanza chimica non è recente. Prima dello sviluppo di farmaci più efficaci, le condizioni vascolari, come l’indurimento delle arterie e il flusso sanguigno insufficiente al cuore, sono stati trattati con la sostanza chimica. Altre condizioni che sono causate dalla costrizione dei vasi sanguigni, come ad esempio l’asma e l’emicrania di emicrania, sono stati trattati anche con metiloxantine. La rinascita della popolarità del chimico è dovuta in gran parte allo sviluppo della teobromina concentrata in forma di capsule e compresse.

Oltre agli usi tradizionali, la teobromina ha recentemente dimostrato di aumentare la sensibilità all’insulina e ridurre la pressione sanguigna. Le lettere pubblicate nell’American Journal of Clinical Nutrition hanno indicato che questi risultati sono stati osservabili in cinque di sette soggetti sani. Ulteriori studi possono accertare gli effetti delle metilexantine sui pazienti con preesistenti resistenza all’insulina e l’ipertensione.

Negativamente, c’è qualche prova che il consumo da parte delle donne in gravidanza può avere effetti negativi significativi sullo sviluppo del feto. In particolare, uno studio dell’Istituto Nazionale della Tubercolosi e delle Malattie Polmonari in Polonia ha rilevato che gli animali da laboratorio che ingerivano grandi quantità di teobromina e di altre metilossanestine hanno mostrato una riduzione dello sviluppo di nuovi vasi sanguigni. Inoltre, le braccia e le gambe della discendenza sono state ridotte in dimensioni e gli animali hanno mostrato diverse irregolarità nella funzione del sistema immunitario.

Inoltre, la teobromina è la sostanza chimica che rende il cioccolato potenzialmente fatale per i cani che non sono in grado di abbattere la sostanza chimica nel fegato. Questa condizione, sebbene molto più rara, può anche verificarsi in umani predisposti. In generale, i livelli delle metilxantine in cioccolatini addirittura di alta qualità non sono probabili causare avvelenamento nelle persone. Purtroppo, tuttavia, gli integratori contenenti 20-30 volte la quantità di queste sostanze chimiche sono ora commercialmente disponibili. A questi livelli, anche i soggetti sani rischiano di reagire.

La fonte della teobromina determina anche il suo beneficio complessivo per la salute di un individuo. Gli alti livelli di grassi e zucchero raffinato nel cioccolato al latte probabilmente oscurano qualsiasi beneficio che la sostanza chimica possa avere sui livelli di insulina e la pressione sanguigna. Il cioccolato fondente, tuttavia, contiene spesso livelli più alti dei livelli chimici e più bassi di zuccheri. In tal caso, i benefici possono equilibrare abbastanza per consentire lo spuntino privo di colpa.