Quali sono gli effetti collaterali più comuni di fenugreek?

Fenugreek è stato usato per secoli come integratore alimentare e rimedi erboristici, ma gli usi medicinali dell’erba non sono completamente esenti da rischi. Le segnalazioni di effetti collaterali fenugreek variano da disagio gastrointestinale minore o irritazione della pelle a condizioni gravi come sanguinamento interno. Quando presenti, gli effetti collaterali del fenugreek di solito sono lievi e includono sintomi come nausea, diarrea, bruciori di stomaco, irritazione cutanea e sciroppo d’acero odore di sudore e urina.

La ricerca sui potenziali effetti collaterali del fenugreco è limitata, ma come ingrediente alimentare, il fenugreek è generalmente considerato sicuro da usare. Anche se usato come integratore, gli effetti collaterali sono rari al dosaggio raccomandato. Gli effetti collaterali di Fenugreek si verificano più spesso quando una dose di più di 100 grammi viene presa giornalmente.

L’assorbimento del ferro potrebbe essere ostacolato dal fenugreco. Per questo motivo, il supplemento non è raccomandato per le persone con anemia. Il supplemento potrebbe anche interferire con i livelli dell’ormone tiroideo e non è raccomandato per coloro che sono sottoposti a trattamento per una condizione della tiroide.

A dosi elevate, il fenugreco può causare sanguinamenti interni. Sintomi come sgabelli neri, sangue rosso luminoso nello sgabello, sangue in vomito, debolezza o intorpidimento in un arto, visione offuscata, difficoltà di parlare o gravi mal di testa possono essere segni di sanguinamento interno. Chiunque soffre di uno qualsiasi di questi sintomi dovrebbe interrompere l’uso del supplemento e richiedere immediata assistenza medica.

Le donne in gravidanza o allattamento dovrebbero evitare anche gli integratori di fenugreco. Sebbene gli effetti collaterali dei fegriani relativi ai bambini non nati e ai neonati richiedano ulteriori studi, il fenugreco può stimolare le contrazioni uterine e potrebbe innescare un lavoro precoce o un aborto spontaneo. Si raccomanda generalmente che le donne in gravidanza o in allattamento consultino un medico prima di assumere qualsiasi integratore alimentare.

Reazioni allergiche sono possibili con qualsiasi integratore e alcune persone potrebbero reagire al fenugreco. Sintomi quali eruzioni cutanee, orticaria o prurito potrebbero indicare un’allergia. Il gonfiore è un sintomo potenzialmente pericoloso, specialmente se la gola si gonfia e la via aerea è ostruita. Se questi sintomi sono osservati, è necessaria un’attenzione medica immediata.

Come integratore alimentare e rimedio a base di erbe, il fenugreek è stato usato per trattare condizioni quali indigestione, febbre, disturbi respiratori e renali, artrite, colesterolo alto, diabete e minori condizioni cutanee e lesioni. Fenugreek è stato anche usato per aumentare la produzione di latte per le madri che allattano. Alcuni studi sugli effetti del fenugreek sono stati promettenti, ma gli integratori alimentari non sono sottoposti a prove necessarie per i medicinali e il fenugreek non è stato dimostrato efficace per qualsiasi applicazione medica.